Copertina Numero 03

ARCHITETTURA E MIGRAZIONE

Incontro, opportunità e contrasti

 

La migrazione da sempre è un fenomeno che caratterizza la storia dell’umanità. Per necessità o scelta volontaria, lo spostamento delle popolazioni sul pianeta ha costituito la discriminante decisiva nella genesi di nuove civiltà o nella progressione culturale di quelle già esistenti.

L’architettura, come disciplina permeabile alle modificazioni umane, ha recepito questo fenomeno trasfigurandolo in materia. La dottrina architettonica si vede poi costretta a rispondere ad una seconda esigenza generata dalla migrazione: quella dell’integrazione. Il tema proposto è complesso e caratterizza fortemente il panorama politico e sociale contemporaneo, noi pensiamo che la migrazione sia un’opportunità e che attraverso l’architettura se ne possano esprimere le potenzialità.

Con questo numero abbiamo cercato di raccontare, attraverso le architetture e le testimonianze di chi questo fenomeno lo ha vissuto sulla propria pelle o ne studia gli sviluppi, quello che è il legame che intercorre tra architettura e migrazione.

Editoriale: Marco Grattarola e Duccio Prassoli
Copertina: Leonardo Sollami, Sulla strada di casa, 2018

 

Integrazione Attiva

Avete presente le frasi rivolte a chiunque abbia un minimo di buon senso, che con tono di sfida vengono vomitate sui social oppure, cosa ancora più preoccupante, dichiarate da alcuni…

Continua a leggere Integrazione Attiva

Essere un libanese in Europa

Frontiere. Sono pensate per proteggere qualsiasi comunità. Uno strumento necessario per istituire la stabilità e la sicurezza in un determinato paese. Un deterrente per ogni individuo che vuole causare danni…

Continua a leggere Essere un libanese in Europa

Maidan tent: una piazza per tutti

"Taking action through architecture" è questo il motto del giovane studio milanese ABVM, fondato dall'architetto Bonaventura Visconti di Modrone, che da maggio dello scorso anno ha installato una piazza coperta…

Continua a leggere Maidan tent: una piazza per tutti

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare